Ultime recensioni

Visualizzazione post con etichetta Orizzonte di fuoco. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Orizzonte di fuoco. Mostra tutti i post

Orizzonte di fuoco

Avventura, azione, adrenalina; questi gli ingredienti della prima avventura di Tucker Wayne. Non aspettatevi descrizione della psicologia dei personaggi, ma solo azione. Perché questa è la vita del protagonista, impegnato su più fronti e più continenti per salvare l'umanità da una pianta risalente alla preistoria e che un fanatico russo vuole utilizzare per distruggere il mondo. Solo Abram Bukolov, russo pure lui, ha le capacità di crearne un antidoto. E questa è la missione affidata dagli Stati Uniti d'America a Tucker Wayne: aiutarlo ad espatriare per mettere a frutto le sue conoscenze. Tra un viaggio in treno con killer al seguito, camminate nella neve, voli su elicotteri o jet ed infine su una nave il nostro eroe riuscirà nella missione, senza negarsi qualche esplosione o sparatorie per poi finire a riposarsi in Africa, dove alla fine dell'avventura riceverà un nuovo incarico che, forse, affronterà in un secondo capitolo ma che per ora non ci è dato sapere. Sicuro però che, se uscirà una sua nuova avventura, sarò pronto a leggerla.



Le avventure di Tucker Wayne (01)

Sudafrica, 1900. Per sfuggire all'avanzata degli inglesi, alcuni soldati boeri si nascondono in un immenso labirinto di gallerie sotterranee. Pensano di essere al sicuro e invece, uno dopo l'altro, contraggono un morbo sconosciuto e muoiono. La loro fine rimarrà un mistero...
Russia, oggi. Il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti affida all'ex ranger Tucker Wayne una delicata missione top secret: prelevare dal suo laboratorio Abram Bukolov, padre di una nuova, micidiale arma biologica, e nasconderlo in un luogo segreto prima che qualcuno possa mettere le mani sulla sua invenzione. Ma un gruppo di uomini senza scrupoli è già sulle sue tracce... L'unica soluzione è scortare lo scienziato nel cuore dell'Africa, là dove è sepolta la chiave per neutralizzare la minaccia...