La sparizione




La trama:
Natalia, diciassette anni, studia al liceo, è una ragazza graziosa, con una vita normale. Fino a quando il dolore bussa alla sua porta: il padre, un medico di Lugano, muore d’infarto, e lei, per affrontare il lutto, si rifugia con la madre nella loro casa di Corvesco, tra le montagne del Canton Ticino. Ma lì un delitto sconvolge il suo già difficile equilibrio. Natalia, di colpo, smette di parlare, forse ha visto qualcosa. Suo padre ha lasciato in giro delle carte che nascondono un mistero inquietante, e nel paese cresce la tensione. Natalia ha paura, non sa più di chi fidarsi, fugge. Ma poi fa uno strano incontro: il caso vuole, infatti, che a Corvesco abiti anche Elia Contini, che, nonostante abbia smesso di fare il poliziotto privato e si arrabatti in un giornale di provincia, non ha perso il vizio di essere molto, troppo curioso. Così, suo malgrado, Contini si trova alle prese con un nuovo enigma: cosa faceva Natalia nel bosco? Da chi si sentiva minacciata?

Nessun commento:

Posta un commento