Visualizzazione post con etichetta Le indagini delle «donne del club omicidi». Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Le indagini delle «donne del club omicidi». Mostra tutti i post

Le testimoni del Club Omicidi

Quattro storie per le quattro donne del club omicidi. La prima riguarda la detective Lindsay Boxer che, neo-mamma, dovrà risolvere un caso molto strano: un professore si presenta al commissariato e descrive i sogni che ha fatto la notte precedente; i sogni rispecchiano la realtà in quanto vengono regolarmente commessi uno o due giorni dopo. C'è poi il processo che vede come protagonista Yuky Castellano contro un noto avvocato accusato di aver ucciso moglie e figlia. Il terzo ha come protagonista Claire Washburn, direttrice dell'istituto di medicina legale, che viene sospesa dall'incarico in quanto un cadavere viene trafugato dalla sala autoptica. Ed infine la giornalista Cindy Thomas alle prese con la sparizione di una donna e con il fidanzato che l'abbandona. Tutto si concluderà nel loro locale preferito, dove le quattro amiche si ritroveranno a raccontare l'esito delle relative storie. Ancora una volta James Patterson lascia poco spazio alle descrizioni ed ai sentimenti (se non per quanto riguarda Cindy e Lindsay che ha problemi con la salute della primogenita) per lasciare spazio all'azione ed ai colpi di scena che si susseguono capitolo dopo capitolo narrando in simultanea le quattro avventure ed utilizzando il suo stile: finisce il capitolo e già mette voglia di leggere quello successivo. Questo è il suo trucco narrativo e questo è il motivo per cui il libro si legge velocemente e sempre con la voglia di andare avanti per vedere cosa succederà e che quasi obbliga a non fermarsi. Ed alla fine del libro una nuova trovata: come non correre a comprare il prossimo capitolo della saga per sapere come proseguirà?


Le indagini delle «donne del club omicidi» (12)
Per la detective Lindsay Boxer, che ha appena avuto una bambina, dovrebbe essere un periodo di serenità. Ma il mondo ha in serbo altro per lei. Un uomo, un professore dall'aria del tutto normale, si presenta al dipartimento di polizia con una denuncia da fare: la sera precedente ha assistito a un omicidio. Ne descrive la vittima e le modalità, con ricchezza di particolari. Certo, il suo è stato un sogno, ma è sicuro che le cose andranno esattamente così. Infatti, pochi giorni dopo, l'omicidio avviene davvero, e questo è solo il primo di una catena di delitti senza senso annunciati dal professore. Lindsay dovrà avvalersi di tutte le sue risorse investigative per venire a capo dell'enigma, e potrà farlo soltanto contando sulla collaborazione delle amiche del Club Omicidi.

James Patterson

James Patterson nasce nel 1949 a Newburgh (New York). Dopo gli studi, nel 1971 si trasferisce a New York, dove comincia a lavorare per l’agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson. In breve diventa il più giovane direttore creativo nella storia della società e successivamente conclude la sua carriera in quel campo, nel 1996, come presidente della filiale nordamericana. Nel frattempo inizia a scrivere e nel 1976 pubblica il suo primo thriller, The Thomas Berryman Number, cui viene attribuito il prestigioso premio Edgar per il miglior romanzo d’esordio. Dopo oltre trent’anni di carriera è ormai l’autore di thriller più venduto al mondo. La sua fama è legata soprattutto al personaggio di Alex Cross, il profiler cacciatore di serial killer protagonista di numerosi romanzi (sul grande schermo Alex Cross ha avuto il volto intenso di Morgan Freeman in due fortunate trasposizioni, Il collezionista e Nella tela del ragno), alle quattro protagoniste dei romanzi delle «Donne del club omicidi» e ai ragazzi della serie di «Maximum Ride». La sua vasta produzione si estende oltre il campo del thriller spaziando verso altri generi narrativi, come il romanzo sentimentale (Il diario di Suzanne) e il «giallo medievale» (Il giullare). Vive attualmente nella Palm Beach County, in Florida, con la famiglia. I suoi romanzi hanno venduto 150 milioni di copie in tutto il mondo, in Italia hanno raggiunto quasi i 2 milioni. Negli Stati Uniti ogni 15 libri venduti uno è suo.

Le indagini delle «donne del club omicidi»
01 - Primo a morire
02 - Seconda chance
03 - Terzo grado
04 - Le donne del club omicidi
05 - Qualcuno morirà
06 - Il sesto colpo
07 - Il settimo inferno
08 - L'ottava confessione
09 - Senza appello
10 - La cerimonia
11 - L'undicesima ora
12 - Le testimoni del Club Omicidi

I casi di Alex Cross
01 - Ricorda Maggie Rose
02 - Il collezionista
03 - Jack & Jill
04 - Gatto & topo
05 - Il gioco della Donnola
06 - Mastermind
07 - Ultima mossa
08 - Il caso Bluelady
09 - La tana del lupo
10 - Ultimo avvertimento
11 - Sulle tracce di Mary
12 - La memoria del killer
13 - Il regista di inganni
14 - L'istinto del predatore
15 - Il segno del male
16 - Il ritorno del killer
17 - Uccidete Alex Cross

Maximum Ride
01 - Maximum Ride - L'esperimento Angel
02 - Maximum Ride - La scuola è finita
03 - Maximum Ride - Salvare il mondo e altri sport estremi
04 - Maximum Ride - Il volo finale
05 - Maximum Ride - Max
06 - Maximum Ride - Fang

Private
01 - Private
02 - Private games
03 - Il sospettato

I casi di Michael Bennett

01 - Il negoziatore
02 - Il maestro
03 - Il rapitore
04 - Conto alla rovescia

Altre opere:

01 - Mercato nero
02 - Il club di mezzanotte
03 - Quando soffia il vento
04 - Il diario di Suzanne
05 - Il giullare
06 - Miracolo alla diciassettesima buca
07 - La casa degli inganni
08 - Giochi pericolosi
09 - Come una tempesta
10 - Bikini
11 - Cartoline di morte
12 - Una sola notte
13 - Domeniche da Tiffany
14 - Altrimenti muori

BookShots:
Una serie innovativa di romanzi originali. Veloci, avvincenti, nuovi
01 - Kill Cross
02 - Il processo

Il mio pensiero:
Cosa dire di un autore tradotto in tutto il mondo? Cosa aggiungere? Posso solo dire che ogni volta che leggo un suo romanzo non riesco a staccarmi dalla lettura: arrivo alla fine di un capitolo ed il primo pensiero è "dai, leggo solo più il prossimo" e così via fino ad arrivare alla fine in pochissimo tempo. Un solo consiglio: leggere i libri che fanno parte di una serie partendo dal primo in quanto uno rimanda all'altro, quasi come quelle serie della televisione che segui puntata dopo puntata. Dei casi di Alex Cross ho visto alcune trasposizioni cinematografiche, ma comunque ogni libro è coinvolgente e ti porta a leggerlo tutto d'un fiato e poi ad aspettare il prossimo. Ve li consiglio tutti (alcuni scritti a 4 mani), ma state attenti a non passare notti insonni o fine settimana chiusi in casa...

L'undicesima ora

Poche parole per descrivere un libro che, come tutti quelli di Patterson, ti prende e ti obbliga a essere letto capitolo dopo capitolo fino alla soluzione dell'enigma. Ed ancora una volta Lindsay Boxer, nonostante un "piccolo" problema personale, riuscirà a dipanare la matassa delle teste mozzate.



Le indagini delle «donne del club omicidi» (11)

San Francisco. Nel parco della meravigliosa villa di una famosa star di Hollywood vengono rinvenute le teste di due donne, circondate di fiori in una macabra messinscena. Chi erano quelle donne? Chi le ha uccise? Mentre la stampa impazzisce, ventilando le ipotesi più incredibili, la detective Lindsay Boxer, benché aspetti un bambino, lavora senza tregua per venire a capo dell'enigma, aiutata dalle «Donne del Club Omicidi»...

La cerimonia




Le indagini delle «donne del club omicidi» (10)
La detective Lindsay Boxer ha finalmente coronato il suo sogno d’amore, sposando l’agente dell’FBI Joe Molinari. L’eco della marcia nuziale si è appena spenta che già Lindsay deve tornare al suo difficile lavoro. È stata ritrovata un’adolescente in fin di vita: dai primi accertamenti è chiaro che ha partorito da poco... Anche per il procuratore Yuki Castellano c’è un caso difficile, nel quale si gioca la carriera. Yuki rappresenta la pubblica accusa nel processo contro la dottoressa Candace Martin, imputata per l’omicidio del marito. Yuki è certa della sua colpevolezza, ma il processo riserverà più di un colpo di scena. Per fortuna c’è sempre il momento in cui le quattro amiche possono ritrovarsi da Susie’s per un margarita, per parlare di lavoro e di uomini, di problemi e di sogni e trovare insieme una soluzione ai difficili casi che le impegnano.

Senza appello




Le indagini delle «donne del club omicidi» (09)

Uccide giovani mamme con i loro bambini nei parcheggi dei centri commerciali, nei parchi, ovunque riesca a sorprendere le sue vittime ignare e indifese. Unico indizio: una sigla misteriosa tracciata con il rossetto accanto ai corpi senza vita. San Francisco è nel panico e i media invitano la popolazione a girare armata. Lindsay Boxer brancola nel buio mentre la pressione degli alti vertici della polizia si fa insostenibile, anche perché la detective deve risolvere con urgenza un altro caso enigmatico. Deve scoprire come mai un abilissimo ladro di gioielli, che finora si è limitato a svuotare le casseforti dei ricchi della città, durante un furto abbia spietatamente ucciso la moglie di un famoso attore, Marcus Dowling, che ora dalle principali trasmissioni televisive proclama il suo dolore e chiede giustizia. Lindsay deve ancora una volta mettere da parte la sua vita privata, il suo legame sentimentale con Joe, per gettarsi nelle indagini, arrivando a rischiare la vita in prima persona. Lindsay però non è sola: nel vortice di terrore sprofonderanno con lei anche le amiche del Club Omicidi…

L'ottava confessione




Le indagini delle «donne del club omicidi» (08)
una mattina come tante, a San Francisco, e Cindy Thomas sta dirigendosi verso la redazione del Chronicle quando qualcosa attira la sua attenzione. Una piccola folla di barboni disperati si accalca intorno a un mucchio di stracci, che a un’occhiata più attenta si rivela un uomo, o meglio quel che ne resta, visto che è stato picchiato selvaggiamente e finito con numerosi colpi di pistola al volto. L’istinto di cronista di Cindy si risveglia, ma nessuno sa dirle chi fosse realmente il morto. I disperati che aiutava lo chiamavano Bagman Jesus, e tutti hanno una bella storia su di lui da raccontare. Ma allora chi poteva volergli tanto male? Cindy chiama subito la sua amica Lindsay Boxer della Omicidi, ma Lindsay non può dedicare troppe energie a un caso di così basso profilo. Anche lei ha le sue gatte da pelare: il jet set della città è percorso da una scia di morte. I primi sono stati Isa ed Ethan Bailey, belli, ricchi, sani, felici, trovati cadaveri nella loro villa hollywoodiana. Nessun segno di effrazione, nessuna impronta e soprattutto nessuna traccia di violenza sui corpi. E l’elenco è destinato a continuare… Troppi assassinii e troppo poche risposte. Alle donne del club omicidi il compito di trovarle.

Il settimo inferno




Le indagini delle «donne del club omicidi» (07)
Due brutali assassini sono legati da un patto efferato: annegare nel fuoco i peccati dell’America. Colpiscono le coppie, le aggrediscono in casa loro, e il gioco perverso si conclude con un incendio letale. E nel fuoco scompare anche qualsiasi traccia… Ma non basta: da un caso «caldo» a un caso «freddo», una pista morta che si riapre grazie a un nuovo indizio. La scomparsa di Michael Campion ha colpito profondamente l’opinione pubblica. Tutti si sono appassionati alla storia del figlio del governatore, un ragazzo malato e adorato dalla gente per la sua sensibilità e intelligenza. Ora però sembra che non sia rapimento, ma omicidio. La giovane prostituta Junie Moon alla fine ha confessato l’irreparabile… Ma è davvero tutto come sembra? Le pressioni su Lindsay Boxer e sul collega Rich Conklin perché risolvano al più presto i casi crescono a dismisura, e questo li fa avvicinare come non era mai accaduto prima, portando Lindsay sull’orlo del crollo emotivo. Ma le Donne del Club Omicidi sono pronte a correre in suo aiuto anche questa volta, disposte come sempre a rischiare anche in prima persona…

Il sesto colpo




Le indagini delle «donne del club omicidi» (06)
È un momento difficile per il tenente Lindsay Boxer. Un sabato mattina, pur essendo fuori servizio, riceve una chiamata dal suo capo: a bordo del traghetto Del Norte è avvenuta una sparatoria. Quando giunge sulla scena del crimine, un colpo durissimo l’attende, ma l’indagine non può aspettare. Un testimone ha ripreso la strage con la videocamera inquadrando il colpevole, probabilmente uno squilibrato, che è riuscito a scappare e gira armato di una calibro 38. Lindsay si mette subito in caccia. E qui per lei comincia il peggio: prima è retrocessa a sergente, poi prende una cantonata mentre indaga sulla scomparsa di una bambina, e sul fronte sentimentale le nuvole si addensano. Le cose non vanno meglio alle sue amiche Cindy Thomas, giornalista del Chronicle, e Yuki Castellano, che rischia di perdere in un processo importante. Insomma, le donne del Club Omicidi sono in crisi, ed è solo l’inizio di una difficilissima partita in cui vince tutto chi si aggiudica l’ultima, imprevedibile mano…

Qualcuno morirà




Le indagini delle «donne del club omicidi» (05)
Yuki Castellano, giovane e brillante avvocatessa, perde la madre, morta in circostanze misteriose in uno dei più importanti ospedali della città, dopo un intervento chirurgico apparentemente banale. Yuki, insospettita, chiede aiuto alle sue amiche, Claire Washburn, medico legale, Jill Bernhardt, procuratore distrettuale, e Cindy Thomas, giornalista, per far luce sull’accaduto. In breve le quattro donne del club omicidi scoprono altre morti avvenute in circostanze poco chiare. La direzione dell’ospedale però è disposta a tutto pur di salvaguardare il nome dell’istituto e nessuno vuole accettare l’agghiacciante ipotesi che per le corsie si aggiri un «Angelo della Morte» che si sente investito da un’autorità divina… o diabolica. Ma questo non è l’unico caso che le quattro amiche devono affrontare: per le vie di San Francisco, infatti, un serial killer ha iniziato a uccidere giovani donne, seviziandole e lasciandole come macabri trofei all’interno di auto di lusso. Tra drammi personali e un doppio intrigo, il club rafforza il suo legame e rilancia la sfida contro il crimine...

Le donne del club omicidi




Le indagini delle «donne del club omicidi» (04)
Sono poco più che adolescenti, le vittime uccise nei sordidi alberghetti di un quartiere malfamato di San Francisco. Unico indizio nelle mani della polizia: una Mercedes nera notata più volte sul luogo dei delitti. E proprio durante un inseguimento della vettura sospetta, Lindsay Boxer, tenente della squadra omicidi, si ritrova coinvolta in un conflitto a fuoco in cui, per salvarsi la vita, è costretta a sparare alle persone a bordo dell’auto, uccidendone una. Legittima difesa? O quel margarita bevuto con le amiche fuori servizio, prima di ricevere la chiamata, l’ha indotta a un errore fatale? Sospesa per il tempo dell’inchiesta ufficiale, Lindsay accetta l’invito della sorella per una vacanza a Half Moon Bay: tormentata dall’angoscia per il procedimento giudiziario e dai ricordi di un lontano passato, Lindsay si ritrova presto a dover fare i conti con il marcio nascosto dietro la facciata di perbenismo della cittadina, e arriva a rischiare ancora una volta la vita in una lotta all’ultimo sangue con un assassino spietato, sempre un passo avanti a lei e molto, molto più vicino di quello che sembra. Ma per fortuna può contare sulla giornalista Cindy Thomas, il medico legale Claire Washburn e l’avvocato Yuki Castellano, le sue amiche del club omicidi...

Terzo grado




Le indagini delle «donne del club omicidi» (03)
Quando sei il capo della Omicidi di San Francisco, anche una tranquilla domenica di jogging può trasformarsi in un incubo. È quello che accade al tenente Lindsay Boxer, che si trova ad assistere all’esplosione della villa di Morton Lightower, uno spregiudicato imprenditore. Gettandosi tra le fiamme, Lindsay riesce a salvare il figlio di Lightower, ma tra le macerie rimangono tre cadaveri. Disgrazia o attentato? Sulla scena del delitto inoltre non c’è traccia né della figlia minore dell’imprenditore, né della baby-sitter che si occupava di lei. Mentre Lindsay indaga in questa direzione, un altro omicidio sconvolge l’opinione pubblica: questa volta la vittima è il presidente di una compagnia di assicurazioni, e l’assassino è ancora August Spies… Ancora una volta il tenente Boxer dovrà ricorrere all’aiuto delle sue inseparabili amiche, che con lei formano le «donne del club omicidi»: Jill Bernhardt, sostituto procuratore, Claire Washburn, medico legale e Cindy Thomas, giornalista. La partita contro il killer è aperta…

Seconda chance




Le indagini delle «donne del club omicidi» (02)

Un delitto è sempre orribile. Ma se a morire è una ragazzina undicenne, di colore, colpita apparentemente per puro caso, allora una cappa nera di odio rischia di avvolgere l’intera comunità e di suscitare un’irrefrenabile sete di vendetta. E infatti gli occhi di tutta San Francisco sono puntati sul tenente Lindsay Boxer: è sua la responsabilità di trovare l’assassino, il pazzo che ha sparato addosso a una piccola folla, uccidendo però soltanto la piccola Tasha. Senza indizi concreti né piste valide, e contro ogni logica, Lindsay si aggrappa a un’intuizione: forse il movente di quell’omicidio non è l’odio razziale, bensì un impulso oscuro, più sfuggente e quindi molto più pericoloso. E sa pure che c’è un’unica risorsa su cui può contare, cioè riunire di nuovo le «Donne del club omicidi», lei e le sue amiche Claire Washburn, Jill Bernhardt e Cindy Thomas: medico legale, sostituto procuratore e giornalista, le «tre menti più acute e brillanti della città». Unite da un patto di fedeltà e di collaborazione, le quattro donne scandagliano ogni sospetto, ignare del fatto che le loro indagini rischiano di portare alla luce un segreto destinato a sconvolgere anche la loro vita privata, cambiandola per sempre. Perché qualcuno, nell’ombra, le sta osservando, in attesa di una seconda chance, e non si fermerà davanti a nulla pur di cogliere quell’opportunità…

Primo a morire




Le indagini delle «donne del club omicidi» (01)

Lo chiamano il «killer della luna di miele» perché si accanisce su coppie fresche di nozze. San Francisco è sconvolta; l’opinione pubblica reclama il colpevole. E nessuno vuole trovarlo più di Lindsay Boxer, la giovane detective incaricata delle indagini, che però è ostacolata dalla diffidenza dei suoi capi, restii a far ricadere interamente su una donna la responsabilità di un caso così importante. Ma Lindsay non è tipo da cedere allo sconforto e, di nascosto, chiede aiuto alle sue amiche: a Claire Washburn, medico legale, a Jill Bernhardt, procuratore distrettuale, e a Cindy Thomas, giornalista. Nascono così le «Donne del club omicidi», quattro donne decise che, insieme, possono spingersi anche là dove i canali ufficiali non giungono. E i risultati non tardano ad arrivare...