Kill Cross

I BookShots sono brevi romanzi che si possono leggere in poco tempo. Per questo il mio commento sarà veloce e con un po' di spoiler. Premesso questo e dicendo che come al solito James Patterson sa come catturare l'attenzione, ecco una piccola parte dell'avventura:
- durante una sparatoria il suo miglior amico, il detective John Samposn viene ferito e portato all'ospedale;
- sembra che che il killer sia Gary Stoneji, creduto morto durante un'altra indagine di Alex Cross;
- altro attentato ad Alex Cross, sempre ad opera di Stoneji (indagini e visite all'ospedale);
- viene trovato un sito dove si parla di Stoneji e dove si afferma che sia ancora in vita;
- viene riesumato il corpo di Stoneji che si era fatto cremare;
- John Samposn riprende i sensi, ma non riesce più a parlare;
- viene hackerata la rete di Alex Cross (Samposn  inizia ad emettere suoni quasi comprensibili);
- l'FBI scopre chi ha realizzato il sito e tramite questa persona Alex Cross riesce a trovare Gary Stoneji e ne segue una sparatoria.
Qui mi fermo con la descrizione del libro perché con un colpo di scena tipico di James Patterson il romanzo si fa ancora più avvincente e non si può fare a meno di proseguire nella lettura, fino all'ultima riga, fino a quando si conclude. E la chiusura non è altro che un nuovo colpo di scena che ci rimanda al prossimo romanzo, che leggeremo con altrettanta avidità.


BookShots (01)
«Alex Cross, sto venendo a prenderti. Anche se dovessi tornare dall'inferno.»
Gary Soneji, il serial killer incastrato da Alex Cross, è morto da più di dieci anni. Cross l'ha visto praticamente morire davanti ai suoi occhi. Ma oggi, durante uno scontro a fuoco, è certo di averlo riconosciuto. Possibile che sia ancora vivo? O si tratta di un mistero ancora più inquietante?

Nessun commento:

Posta un commento