Il mondo d'acqua

Commento conciso per chi ha fretta:
Bello e impossibile: un libro che racconta la vita attraverso il mare in modo semplice, narrativo, quasi colloquiale. Chiunque abbia voglia di conoscere come sia nata e si sia evoluta la vita sul nostro pianeta non ha che da leggere questo viaggio di divulgazione scientifica trasmesso in un modo semplice e diretto, come una storiella, in modo che possa essere recepito da tutti con facilità. Dal Big Bang al prossimo futuro.
Commento esteso proporzionato alla lunghezza del libro ed ha chi abbia voglia di leggerlo:
Bello e impossibile: un libro che racconta la vita attraverso il mare in modo semplice, narrativo, quasi colloquiale. Chiunque abbia voglia di conoscere come sia nata e si sia evoluta la vita sul nostro pianeta non ha che da leggere questo viaggio di divulgazione scientifica trasmesso in un modo semplice e diretto, come una storiella, in modo che possa essere recepito da tutti con facilità. Il libro nasce quasi per caso quando, dopo il successo di "Il quinto giorno", l'editore chiede a Frank Schätzing quanto degli appunti presi per quel libro avesse utilizzato per scriverlo. Il buon Frank gli risponde: "un 10, 20%". Controrisposta: "Un 80% di sapere improduttivo. Peccato". Gli propone dunque di utilizzare quella rimanente percentuale per "buttare  giù qualcosa di carino sul mare. Insomma scrivere circa 150 pagine per rispondere alle domande che più spesso gli vengono poste dopo il successo del libro precedente. Ecco, nasce così un libro di 500 pagine in cui viene affrontata la nascita della vita sula terra e la sua evoluzione fino agli scenari futuri. Ma non si parla solo di vita sulla terra o nei mari (dove peraltro è nata), ma il libro inizia dal Big Bang perchè la nostra vita e la nostra evoluzione non sono che un battito di ciglia rispetto alla vita dell'universo ed anche perchè gli altri pianeti, così come gli asteroidi e le meteoriti hanno condizionato così tanto lo sviluppo e la morte di specie animali e vegetali. Il Big Bang, i primi batteri, l'RNA, poi il DNA, le cellule, le piogge, le glaciazioni, la fotosintesi clorofilliana, il passaggio della vita dal mare alla terra, le lotte per la sopravvivenza. Tutto narrato in maniera semplice, romanzata, in cui la  vera protagonista è Miss Evoluzione, che "ha in mente un paio di idee geniali. E, come tutte le donne eleganti, porta con se una borsetta". E' questa borsetta che spinge in avanti l'evoluzioni perchè "la borsetta è una grande conquista della nostra civiltà. Mi spingerei a considerarla un vero e proprio strumento di progresso, nonché una prova inoppugnabile della superiorità del sesso femminile. Chiunque abbia esaminato con attenzione il contenuto di una borsetta non potrà che darmi ragione. Nella borsetta, le donne conservano la parte essenziale del loro io, il codice della loro personalità, se volete. Avete notato cosa succede quando, al ristorante, le donne si allontanano per andare alla toilette? Al loro ritorno, sembrano aver subito una trasformazione strabiliante e appaiono quasi rigenerate. Invece noi uomini torniamo al tavolo con lo stesso aspetto con cui ci eravamo alzati. Il segreto sta in quell'accozzaglia di oggetti tipica delle borsette. Nelle tasche dei pantaloni maschili ci sono i soldi, le sigarette e le chiavi dell'auto. Le donne invece possono invece indossare vestiti attillati senza ritrovarsi sprovviste nel momento del bisogno. Un appuntamento da segnare? Ecco che, come per magia, compare un'agenda. Monete, bigliettini, tessere magnetiche, foto di famiglia? Tutto finisce dentro un portafoglio voluminoso. Pettine, profumo, eyeliner, rossetto, lacca per capelli e smalto per unghie sono le armi cosmetiche utilizzate nella lotta per accaparrarsi i maritini influenti, mentre le bombolette di gas lacrimogeno servono per allontanare i seccatori pericolosi. Lenti a contatto ed occhiali da vista dividono lo scomparto laterale con un bel libro. Orecchini e mazzi di chiavi convivono con salvaslip e con un collant di scorta, alcuni blister di aspirina e la famosa pillola. La loro superiorità si afferma con prepotenza se scoppia un incendio, se un'onda ci investe o se siamo costretti a passare una notte fuori  casa. Perché la loro borsetta è quella da cui Mary Poppins estrae un attaccapanni, in modo che gli abiti non si sgualciscano. Se eliminassimo la borsetta, le donne tornerebbero subito indietro di alcuni stadi evolutivi, finendo nella zona attualmente occupata dagli uomini". Ed ecco che quando le cellule iniziano a moltiplicarsi dividendosi troppo velocemente (e qui Schätzing inserisce un altro aneddoto) Miss Evoluzione tira fuori dalla borsetta la fecondazione bisessuale. E poi altri cataclismi, ere glaciali, nascita degli insetti, nuova moria di animali o alghe dovute al caldo, al freddo, ad asteroidi. Tutto un susseguirsi di eventi che a volte rischiano di far scomparire la vita dal nostro bel pianeta. Ma Miss Evoluzione ci mette sempre del suo e la vita risorge, simile ma diversa, si adatta. E poi i continenti che si spostano, le placche, la comparsa dei sauri (la loro era dura 183 milioni di anni): alcuni rimangono sulla terraferma e si alzano su due zampe, altri tornano in mare. Si estingueranno (come?), ma è da loro che ha inizio l'evoluzione che porta allo stato attuale degli organismi viventi. E poi le balene e nuove forme di vita, la luna, la massa, Keplero. E poi ancora le onde anomale, gli tsunami, i coralli, l'equilibrio tra mari-venti-terra-spazio, i cetacei e la vera storia di Moby Dick, gli squali, la vita negli abissi oceanici. E qui mi fermo con l'elenco per dire che viene raccontata la storia di oggi con l'homo sapiens sapiens alle prese con il mondo che lo circonda, con l'economia, il tecnosviluppo, la produzione di energia e con la ricerca di un equilibrio tra la sua sopravvivenza e quella del pianeta che lo ospita imparando dalla vita acquatica quanto serve per progredire senza creare danni all'ecosistema. Il libro si chiude con due capitoli: domani e dopodomani in cui viene affrontato il problema della nostra sopravvivenza nel futuro con studiosi che esplorano gli abissi, altri il cielo ed altri ancora tentano di progettare città del futuro; ma tutto questo lo lascio a chi di voi abbia voglia di conoscenza. "Un attimo! E appena arrivato un messaggio di Miss Evoluzione. Sarebbe lieta di rivedervi nell'universo sconosciuto di dopodomani. Chissà quando. Chissà dove. Che quella signorina abbia dei sentimenti, dopotutto?"




La trama:
Dopo averci conquistato con il fenomenale «thriller degli oceani» Il quinto giorno, Frank Schätzing ci accompagna in un viaggio sopra e sotto i mari per scoprire la relazione che lega gli esseri umani allo straordinario «mondo d’acqua» che occupa i sette decimi del nostro pianeta. Una strana relazione, fatta di odio e amore, di romanticismo e d’ignoranza, di curiosità e di mistero. Come funziona questo enorme «sistema» da cui tutti proveniamo e di cui sappiamo ancora pochissimo? Com'è stato possibile che abbia dato origine alla vita? Perché l’evoluzione ha imboccato la strada che ha portato all'uomo e non quella che ci avrebbe reso simili a un materassino gonfiabile pieno d’acqua? E ancora: da dove viene tutta quest’acqua? Cosa succede quando il mare decide di ribellarsi all'uomo? Qual è il futuro del mare e perché è così legato al nostro? Con competenza scientifica, ironia e semplicità, Schätzing risponde a tutte queste domande (e a moltissime altre), ci fa attraversare miliardi di anni, ci stupisce e ci fa capire, ci diverte e ci fa riflettere.

Nessun commento:

Posta un commento