Il Magister

Un bel giallo storico ambientato nel XII secolo in cui il protagonista fa da ponte tra le crociate e la vita quotidiana medievale. Lupo di Pietravecchia è il protagonista, un cavaliere che si ritira nella regione balcanica e vive da eremita in una grotta. Poco per volta riesce a guadagnarsi la fiducia degli abitanti del vicino villaggio fino al punto da venire chiamato in causa quando il cadavere di un giovane prete del borgo. E' a questo punto che il Magister, così viene chiamato dagli abitanti, porta avanti la sua indagine. Eccolo allora intento ad indagare in un'epoca ben descritta e definita dove viene descritto molto bene il modo di vivere: superstizioni, streghe, credenze popolari, scaramanzie. Sono soprattutto queste descrizioni a caratterizzare il romanzo ed a farlo rendere gradevole ed intrigante; la trama corre parallela ed è ben strutturata con i suoi intrecci e colpi di scena, fino a quello finale che permetterà al Magister di risolvere il caso. E' da questa miscela che la tensione rimane costante e rende il libro avvincente e spinge il lettore a non smettere di leggerlo con un capitolo che rincorre l'altro. Cercando su internet ho letto che questo sarebbe dovuto essere il primo di una serie, peccato che così non sia stato, altrimenti sono sicuro che avrei continuato a leggere le avventure di Lupo di Pietravecchia.


La trama:
Seconda metà del XII secolo. Lupo di Pietravecchia è un cavaliere che ha abbandonato la via delle armi e si è ritirato in una regione impervia dei Balcani, le Meteore. Vive come un eremita dopo anni di lunghi viaggi e alterne fortune in Europa e dopo la terribile esperienza della Crociata, che l’ha lasciato ferito nel corpo e nello spirito e convinto di dover espiare una grave colpa. Ha rarissimi contatti con il piccolo villaggio che si trova vicino al suo eremo. La gente del luogo, che lo chiama Magister, lo teme e lo rispetta, e ne osserva con sospetto le strane abitudini. Ma questa volta il male che si è abbattuto sulla piccola comunità è troppo spaventoso e un gruppo di contadini si decide a chiedergli aiuto. Un giovane religioso, infatti, è stato trovato brutalmente ucciso nei pressi del borgo. Il corpo straziato ha fatto pensare all'assalto di un animale ma quando, poco tempo dopo, un’altra vittima viene trovata con gli stessi segni, i contadini spaventati pensano subito all'opera di una strega. Lupo, che conosceva la seconda vittima, un suo vecchio compagno d’armi, sente di non potersi tirare indietro: affronterà l’indagine, anche perché percepisce intorno ai delitti qualcosa di ben più sinistro di una vecchia donna accusata ingiustamente...

Nessun commento:

Posta un commento